Il futurismo e l’arte pubblicitaria

Il futurismo e l'arte pubblicitaria

Fortunato Depero, Il futurismo e l’arte pubblicitaria, 1927

l’arte dell’avvenire sara potentemente pubblicitaria-
tale audace insegnamento ed inoppugnabile constatazione I’ ho avuta dai musei, dalle grandi opere del passato-
tutta !’arte dei secoli scorsi è improntata a scopo pubblicitario: esaltazione del guerresco, del religioso; documentazioni di fatti, cerimonie e personaggi nelle loro vittorie, nei loro simboli, nei loro gradi di comando e di splendore-
anche i loro prodotti eccelsi erano in simultanea glorificazione: le architetture, le reggie, i troni, drappi, alabarde, stendardi, stemmi ed  armi  di ogni foggia-
non c’e opera antica se non inghirlandata di trofei pubblicitari, di loro arnesi di guerra e vittoria, timbrati da sigle e simboli originali di potenti casati, con una liberta autoincensoria ultra-reclamistica- …     

PER CONTINUARE LEGGERE L’ARCHIVIO PDF ALLEGATO

pub-depero